Home / Progetti / Studi di compatibilità ambientale per formazione di autorimesse nel sottosuolo
Studi di compatibilità ambientale per formazione di autorimesse nel sottosuolo

Studi di compatibilità ambientale per formazione di autorimesse nel sottosuolo

Il Comune di Desio definisce nel P.R.G. le “Aree private e pubbliche a giardino o parco meritevoli di particolare tutela (L.R. 1/2001, art. 5, par. 2a)” e come tale inserite, da un punto di vista normativo, nella sezione del P.R.G. – PARTE II “NORME DI ZONA – ZONA A – Nucleo Storico”.

Per quanto riguarda interventi su tali aree, le sistemazioni a verde e i progetti di riqualificazione devono ottemperare a quanto prescritto nelle norme “12.7.- Prescrizioni generali per le aree destinate a verde” (pag. 31), “12.8.- Prescrizioni per le aree, private e pubbliche, con presenza di verde di valore ambientale” (pag. 31), “12.9.- Prescrizioni per le aree, private e pubbliche, a giardino o parco meritevole di particolare tutela” (pag. 32) e “12.10.- Prescrizioni relative alla presenza di alberature di significativo valore ambientale” (pag. 33).

 

Salvaguardia del patrimonio arboreo

La relazione periziale relativa alla “compatibilità ambientale del progetto di costruzione di autorimesse interrate nel parco con le norme vigenti in materia di salvaguardia del verde sul territorio comunale di Desio” ha previsto innanzitutto il censimento delle presenze arboree ed arbustive e relative misurazione delle principali misure morfologiche. Utilizzando tali dati è stata quindi stimata la dimensione delle zolle radicali (vedi tavola). Sulla base della valutazione della disposizione degli apparati radicali nel terreno è stato sviluppato il progetto di formazione di autorimesse nel sottosuolo che potesse salvaguardare le essenze arboree di pregio presenti nel parco. Il limitato spazio di terreno non occupato dagli apparati radicali per la costruzione delle autorimesse ha richiesto da una parte un particolare disegno del manufatto sotterraneo ed una soluzione tecnica adeguata in fase di scavo. In planimetria la forma necessariamente irregolare del manufatto interrato e nelle immagini il sofisticato scavo a palizzata adottato.
Il progetto di riqualificazione del parco

Su richiesta dell’Amministrazione Comunale è stato successivamente presentato lo studio sulla “Consistenza del patrimonio arboreo e progetto di riqualificazione conservativa delle aree a verde adiacenti alla Villa Longoni” (vedi tavola).

Il progetto di riqualificazione, accogliendo quanto prescritto al par. “12.10.- Prescrizioni relative alla presenza di alberature di significativo valore ambientale … omissis … alberi la cui rilevanza per dimensione, pregio botanico e vetustà, – talora residua testimonianza di un impianto di verde storico – costituisce un valore aggiunto alla qualità del verde presente”, si connota come un progetto conservativo e prevede la valorizzazione del parco nei suoi elementi del verde e di arredo esistenti attraverso una serie di interventi accessori:

· Abbattimento di esemplari arborei morti

· Rimonda del secco sugli alberi e pulizia della superficie del sottobosco

· Individuazione e monitoraggio dei soggetti arborei in precarie condizioni di salute

· Semina di un tappeto erboso rustico di qualità

· La rete di sentieri

· Mascheramento dei manufatti in superficie delle autorimesse interrate.

· Valorizzazione dei punti topici del parco

· Sistemazione degli elementi scultorei e di pietra ora disseminati nel parco

· Valorizzazione dei ceppi come fioriere o punti d’appoggio per vasi fioriti e sculture

 

Villa Longoni, in Via Grandi, Desio (MI)

Per lo Studio tecnico associato arch. Giuseppe Bugatti e arch. Gian Carlo Cazzaniga, ho eseguito relazione periziale relativa alla compatibilità ambientale del progetto di costruzione di autorimesse interrate nel parco con le norme vigenti in materia di salvaguardia del verde sul territorio comunale di Desio. Per verificare tale compatibilità sono state individuate le presenze arboree ed arbustive e rilevate le principali misure morfologiche sulla base delle quali è stata stimata la dimensione delle zolle radicali (vedi tavola). Sulla base di tali rilievi è stato sviluppato il progetto delle autorimesse. Il ridotto spazio di terreno non occupato dagli apparati radicali per la costruzione delle autorimesse ha richiesto soluzioni tecniche adeguate in fase di scavo. Nelle immagini è rappresentato lo scavo a palizzata adottato. Su richiesta dell’Amministrazione Comunale ha successivamente presentato uno studio sulla “Consistenza del patrimonio arboreo e progetto di riqualificazione conservativa delle aree a verde adiacenti alla Villa Longoni” (vedi tavola).

 

Via Borghetto, 26, Desio (MI)

Analogo lavoro è stato presentato per la residenza ottocentesca di Via Borghetto, 26, nel centro di Desio.

 

About admin

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll To Top